SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

Dotti, Medici e Sapienti (Menzogna e Verità) – Mauro Scardovelli

Questi non sono tempi difficili. Difficili possono essere tempi di crisi economica, disoccupazione, inflazione, instabilità politica… Questa invece è l’apocalisse: l’instaurazione, dopo 70 anni di relativa tregua, di un nuovo regime di privazione dei diritti. Parlo di tutti i diritti: i diritti dell’uomo, della persona umana, così come quelli garantiti dalla Costituzione. Paradossalmente, nell’era in cui i nascono “carte dei diritti” come funghi, che vengono sbandierate ai quattro venti come se mai nella storia ce ne fossero state di più (pensiamo ai diritti di genere, alla non discriminazione, ai diritti delle minoranze, ai diritti dei bambini e così via), stiamo sperimentando la distruzione di quelli talmente ovvi da diventare invisibili. Il diritto alla libertà di pensiero e di espressione, il diritto alla libertà di circolazione, il diritto all’inviolabilità del proprio corpo, solo per citarne alcuni. Nel mondo della neolingua orwelliana, ci hanno riempito la testa di diritti, per mascherare il fatto che ci stavano sottraendo quelli più basilari.

È di ieri la proposta dell’immunologa Antonella Viola di Covid, sì a bar, ristoranti, palestre e viaggi per chi ha avuto il vaccino – CorrieredelVeneto.it. Attenzione bene alle insidie della neolingua: fanno passare come l’acquisizione di un diritto ciò che in realtà già è tuo ma che ti hanno tolto loro, e soprattutto dietro alla positività del termine “permettere”, si cela in realtà la vera matrice nascosta di quello che stanno facendo, e cioè privare, restringere, vietare. Quello che questa proposta comunica è che ci saranno persone perfettamente sane, cittadini della Repubblica italiana incensurati, per bene, rispettosi delle leggi, che pagano le tasse (e tutelati da una Costituzione tale ormai solo sulla carta) che non potranno più accedere a bar, ristoranti, piscine, musei. Però loro non usano il termine “vietare”: usano il termine “permettere”, di modo che appaia a tutti gli effetti come un regalo.

Una volta erano gli ebrei. E a tutti – badate bene – andava bene così. Pareva perfettamente normale, perché lo diceva la politica, lo dicevano gli intellettuali, e soprattutto “lo diceva la scienza“. Informatevi bene: anche allora c’erano scienziati di regime che giustificavano il potere inventando frottole sulla superiorità delle razze. C’erano addirittura riviste e periodici dedicati a mostrare i tratti fisiognomici che dimostravano inequivocabilmente perché, ad esempio, i boscimani erano subumani.

Oggi gli ebrei, che ogni anno amano ricordare la shoah, non hanno niente da dire rispetto al ripetersi dei corsi e ricorsi storici? Forse non riescono a vederlo chiaramente, obnubilati dalla narrazione dei media addomesticati e ben foraggiati? Ironia della sorte, è proprio Israele il laboratorio, l’avanguardia della barbarie. Ascoltate con attenzione la nostra intervista all’artista e attivista israeliana Dea. Riporto uno stralcio del post:

Ai non vaccinati o a coloro che non si sottopongono ogni 72 ore a tamponi rino-faringei viene impedito l’accesso ad alcuni luoghi di svago. Iniziano a comparire annunci di affitti di case solo a cittadini vaccinati e alcuni datori di lavoro richiedono il possesso della carta verde, minacciando di licenziamento coloro che non intendono sottoporsi al vaccino. “È un incubo, c’è un clima da apartheid”, 

Chi dorme in democrazia, si sveglia in dittatura“, ha ripetuto più volte il giurista Ugo Mattei proprio su Byoblu.

Ci fanno accapigliare dalla mattina alla sera sui numeri dei positivi asintomatici, sui posti occupati nelle terapie intensive, sulla trasmissibilità del virus da parte dei vaccinati, sulle reazioni avverse, sui colori delle regioni, sull’opportunità di chiudere i bar alle 18, di fare il lockdown a Pasqua e a pasquetta, sul numero dei decessi, sulle inadempienze delle case farmaceutiche nella consegna dei vaccini.. Spostano l’attenzione sulla scelta di quale vaccino fare, per evitare di parlare della scelta principale: ovvero se sia giusto farlo o meno. E mentre siamo impegnati dalla mattina alla sera a cercare di sbrogliare questa matassa di insignificanti dettagli, si perde di vista la cosa fondamentale: abbiamo perso il diritto di uscire di casa, di portare i nostri bambini al mare, di guardarci in faccia, di abbracciarci e stringerci la mano. E presto potremmo perderemo anche la proprietà del nostro stesso corpo.

Il 23 marzo 1885 vi dice niente? Scommetto che a scuola non ve lo insegnano. Non vi stupirà sapere che era già successo prima. Obbligavano le persone a vaccinarsi. E se i genitori, dopo due figli morti per le conseguenze del vaccino, si rifiutavano di vaccinare il terzo, li mettevano in prigione e pignoravano la casa. Finché la gente non si è stufata e non si è riversata nelle piazze a milioni. Fine della storia. In questo libro ci sono tutti i documenti storici che lo comprovano: “Malattie, vaccini e la storia dimenticata (dissolving illusions)“. Sarà questo l’epilogo di quest’epoca buia? O ci aspetta qualcosa di peggio?

Nell’intervista di oggi, insieme a Mauro Scardovelli, ci chiediamo cosa penserebbero i nostri Padri Costituenti, autori del testo sacro più evoluto tra tutte le costituzioni occidentali, di questa Italia colorata, governata dai dotti, medici e sapienti dai quali già ci aveva messo in guardia Edoardo Bennato nel mitico album “Burattiino senza fili”.

Forse, se si risvegliassero oggi, penserebbero di essere precipitati nel peggior incubo che mai avrebbero osato immaginare. Proprio loro, che avevano affrontato i lavori preparatori costituzionali non tanto per normare le tutele delle opposizioni, delle minoranze, o per stabilire pesi, misure e bilance, quanto per consegnare al mondo intero un testo sacro che consentisse la piena e definitiva realizzazione spirituale dell’umanità.

Cosa è rimasto, oggi, di tutti quegli sforzi, nel momento in cui il liberismo governa tutto attraverso una falsa democrazia, attuata mediante una sistematica violazione della Verità? È questa la società che vogliamo per i nostri figli?

Cambiare è sempre possibile: ma spetta solamente a noi!

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€306.704 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
AD

Antonio Doretto

€10,00 14 Aprile 2021

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
FI

Felice Isoldi

€25,00 14 Aprile 2021

Complimenti per quello che fate, é fondamentale. Sono con voi.

MG

Maurizio Girardi

€10,00 14 Aprile 2021

Sostengo Byoblu perché credo in una comunità informata, consapevole e liberale.

mm

massimiliano moretti

€5,00 14 Aprile 2021

Avanti cosi!

gg

giulia gualandri

€11,11 14 Aprile 2021

nonostante non abbia la tv voglio sostenere questa iniziativa ammirevole e coraggiosa

SB

Simone Bacciocchi

€25,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 14 Aprile 2021
G

Giovanni

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 13 Aprile 2021
FL

Fausto Lazzari

€15,00 13 Aprile 2021

Grazie per il vostro lavoro, dedizione ed obbiettivi.
Bravi. Continuate così!
Con stima,
Fausto Lazzari

BN

Bruno Negra

€50,00 13 Aprile 2021

Sostengo Byoblu e auguro al lavoro di tutti lunga vita, affinché si possa continuare ad alimentare una comunità informata liberamente. Usiamo il nostro cervello!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Aprile 2021
AP

Alessandro Paglia

€5,00 13 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Aprile 2021
MM

Manuel Meo

€25,00 13 Aprile 2021

Sostengo ByoBlu perché è l’unica TV che prova a dire delle verità scomode e non dovrebbe essere possibile censurare così una libera informazione
Bravi continuate cosi

Utente anonimo

Anonimo

€200,00 13 Aprile 2021

14 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Tutto molto bello; peccato che facciate la settimana corta per il TG, come i metalmeccanici in fabbrica negli anni 70 (ma forse è proprio bello così, per ritrovare un po della nostra felicità perduta di quegli anni)

  • L’ho notato appena cominciata la pandemia…
    Altre profezie di Bennato che si stanno avverando in questi anni:

    Edoardo Bennato – EAA
    “Eaa, giù per la discesa, dritti verso il burrone
    Ormai nessuno ci può fermar
    Eaa, ma come vanno forte
    Non si sono ancora accorti di niente
    E continuano a cantar”

    Edoardo Bennato – Bravi Ragazzi
    “Una di notte, c’è il coprifuoco
    E pensare che all’inizio sembrava quasi un gioco
    Ora non c’è più tempo per pensare
    Tutti dentro, chiusi ad aspettare
    Per fronteggiare la situazione
    C’è stato un programma alla televisione
    Hanno parlato tutti gli avvocati
    Di tutte le bandiere, di tutti i partiti
    Ed è stato proprio commovente
    Vedere tutti quei grandi sacrificare le proprie idee
    In nome del bene della gente
    Poi hanno dato severe istruzioni
    Di stare calmi e stare buoni
    Bravi, su, bravi ragazzi
    Ma non è il caso di agitarsi
    Bravi, su, fate i bravi ragazzi
    Vedrete che poi sistemeremo tutto…”

  • Raramente ho sentito tante “fesserie” in un colpo solo come ad esempio che “la Covid-19 si può “curare” (tutte le malattie si possono “curare” ma non tutte le malattie si possono “guarire”).

    La Covid-19 è una malattia “virale”.

    Le cure per le malattie “virali” sono fondamentalmente “sintomatiche” (cioè curano i “sintomi”, non la “causa”), perché è molto difficile trovare un farmaco che agisca direttamente sul virus.

    Classico esempio di malattia virale è l’influenza che si “cura” normalmente con antipiretici (farmaci che abbassano la febbre) anche se l’influenza è uno dei rarissimi casi per cui stato trovato anche un farmaco specifico (Tamiflu).

    Proprio perché è molto difficile riuscire a trovare un farmaco che agisca sui “virus” (gli antibiotici non agiscono sui virus) ci si è orientati sui vaccini che, invece, hanno dimostrato la loro efficacia nei confronti dei virus.

    • Non la pensano così moltissimi medici e scienziati (che probabilmente non sentirai mai in televisione), che affermano di avere curato una mole impressionante di pazienti a casa e non avere avuto nessuna ospedalizzazione e nessun decesso.

  • Caro Claudio Messora,
    condivido ogni parola del suo post, tranne una. Lei scrive:
    – Oggi gli ebrei, che ogni anno “amano” ricordare la shoah –
    Non sono di religione ebraica ma credo che nessuno, neanche gli ebrei, amino ricordare la Shoah. Dunque gli ebrei “non amano” ricordare, ma sono obbligati a ricordare (aggiungerei, noi tutti) in favore delle future generazioni, quanto loro accaduto sotto il regime nazista. Mi creda, non è mia intenzione farle le pulci, a tutti può capitare una svista e sono sicuro che la sua sia in buona fede, altrimenti non le scriverei e non seguirei il suo canale tutti i giorni. Ma su certi temi non credo si possa soprassedere, come sull’importanza che le parole acquistano quando si fanno discorsi importanti come questo suo. Anch’io sono stupito nel constatare la sonnolenta compostezza della comunità ebraica italiana nei confronti del ripetersi degli stessi avvenimenti che li videro vittime 75 anni fa. Sbalordito di fronte alle dichiarazioni di Gad Lerner, alla videovaccinazione di Liliana Segre, alla tradiva ma pur sempre tiepida reazione di Moni Ovadia nei confronti di questa nuova Shoah, che forse essi non vogliono o non riescono a vedere perché troppo paradossale per essere accettata. Non ne faccio neanche un problema del cosiddetto politicamente corretto: Gli ebrei, a cui lei genericamente si riferisce nella frase, non sono certo gli arcinoti magnati della finanza corresponsabili delle due guerre mondiali del 900′ e della terza in via di preparazione, ma persone come lei e me, inermi. Ai primi dovremmo maggiore delicatezza, ai secondi penserà la storia con tutta la gravità del suo giudizio.
    Grazie ancora per il suo/vostro impegno.

  • chi parla di vaccino nel caso del covid dimostra di essere un ignorante ed i suoi commenti sono fondamentalmente un servizio ai nostri boia

  • Cari amici di Byoblu,
    Ho seguito un vostro video che parla del crollo economico dell’Italia e dei fattori che l’hanno determinato.
    Vorrei far notare che manca un elemento importantissimo, da anni sottolineato da Ettore Gotti Tedesci, ed è il fattore della denatalità. MI SPIEGATE COME PUÒ CRESCERE L’ECONOMIA DI UN PAESE CHE NON FA PIÙ FIGLI??? Lo scorso anno lo scarto fra i nati: 400mila e i morti, 800mila è come la scomparsa di una città di 400mila abitanti. Ora le sinistre – principali responsabili del disastro (col diritto di uccidere i propri figli, ed altre “meravigliose conquiste di libertà”, pensano di rimediare con l’immigrazione incontrollata e lo jus soli. C’è da mettersi le mani nei capelli di fronte a tanta stoltezza!
    Claudio

  • bravissimo ad inserire “il gatto e la volpe” di Bennato: ho sempre pensato che dietro la canzonetta ammiccante, ci fosse tanto di più. Io però avrei messo anche Mangiafuoco, che riflette appieno il periodo attuale del lock down e delle mascherine..

  • Rispondo a Claudio Messora (il tasto “rispondi” non funziona).

    Quando i medici e gli scienziati che dicono di aver curato in modo positivo le persone a casa, al di fuori dei protocolli ufficiali, presenteranno uno studio “in doppio cieco” che lo dimostri, gli crederò.

    Fino a quel momento sono solo parole in libertà (la scienza è un’altra cosa).

  • ippocrateorg.org mi piacerebbe che parlaste con le persone a cui ho dato questo contatto , erano a casa malati e nessuno andava a visitarli , la mia vicina con cui sono cresciuto ha rischiato molto …….ogni due ore li chimavano a casa ……il loro medico di base come quasi tutti non si sono degnati di passare nemmeno una volta ben sapendo che i primi 5 giorni sono fondamentali per cavarsela !!!!

    La scienza non ha coscienza , per questo NON E’ PIU’ ATTENDIBILE !!!!!

    Dott. Polita lo voglio segnalare , nella zona di Gallarate , sono MESI che volontariamente va casa per casa a curare le persone e indistintamente per eta o patologie li ha guariti praticamente TUTTI !

    Cari dottori avete perso la faccia !!

    Completamente !!!!

Share via