SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

FATTI E MISFATTI DELLA CO2 – Daniele Mazza, Francesco Marino

Chi è la Strega Perfetta? Cosa c’entra con il riscaldamento globale? Diversi scienziati esprimono dubbi sulla quasi esclusiva responsabilità della CO2 nel riscaldamento globale. 

Con dati alla mano, i chimici Daniele Mazza e Francesco Marino spiegano come l’anidride carbonica abbia un minor impatto, rispetto a quello che si dica, sull’innalzamento della temperata del pianeta rispetto ad altri fattori.

Ma tutto questo è come se non possa essere spiegato, o semplicemente esposto.

Viviamo in un’epoca in cui le voci dissidenti o semplicemente dubbiose su certi assunti vengono silenziate. La scienza non dovrebbe esser prima di tutto dibattito? 

Su Byoblu intervengono Daniele Mazza già professore associato di chimica al Politecnico di Torino e Francesco Marino, chimico, già professore ordinario di Tecnologia dei Materiali e Chimica Applicata sempre al Politecnico di Torino.

I due professori sono gli autori di “La Strega perfetta, fatti e misfatti della CO2”. 

Un libro che vuole far luce su questa molecola tanto importante e divulgare ciò che è stato sottratto al sapere comune: misure sperimentali, grafici, idee e ragionamenti critici rispetto all’assunto secondo cui “il costante incremento della concentrazione della CO2 dovuto alle attività umane è l’unico responsabile del brusco innalzamento della temperatura del pianeta”. 

Spetterà al lettore trarre le proprie personali conclusioni, spiegano i due autori.

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€306.704 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
AD

Antonio Doretto

€10,00 14 Aprile 2021

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
FI

Felice Isoldi

€25,00 14 Aprile 2021

Complimenti per quello che fate, é fondamentale. Sono con voi.

MG

Maurizio Girardi

€10,00 14 Aprile 2021

Sostengo Byoblu perché credo in una comunità informata, consapevole e liberale.

mm

massimiliano moretti

€5,00 14 Aprile 2021

Avanti cosi!

gg

giulia gualandri

€11,11 14 Aprile 2021

nonostante non abbia la tv voglio sostenere questa iniziativa ammirevole e coraggiosa

SB

Simone Bacciocchi

€25,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 14 Aprile 2021
G

Giovanni

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 13 Aprile 2021
FL

Fausto Lazzari

€15,00 13 Aprile 2021

Grazie per il vostro lavoro, dedizione ed obbiettivi.
Bravi. Continuate così!
Con stima,
Fausto Lazzari

BN

Bruno Negra

€50,00 13 Aprile 2021

Sostengo Byoblu e auguro al lavoro di tutti lunga vita, affinché si possa continuare ad alimentare una comunità informata liberamente. Usiamo il nostro cervello!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Aprile 2021
AP

Alessandro Paglia

€5,00 13 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Aprile 2021
MM

Manuel Meo

€25,00 13 Aprile 2021

Sostengo ByoBlu perché è l’unica TV che prova a dire delle verità scomode e non dovrebbe essere possibile censurare così una libera informazione
Bravi continuate cosi

Utente anonimo

Anonimo

€200,00 13 Aprile 2021

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • va bene la ciclicità, però tutti sanno che è da tempo in atto un aumento progressivo delle emissioni (da attività antropica). ora, sapendo che la trasformazione dei fossili produce massa inquinante (gas climalteranti), come non ammettere la relazione tra queste e i fenomeni climatici disastrosi in tendenziale peggioramento?

  • Non sono un meteorologo, né un climatologo, né un chimico, ma mi interesso di meteorologia da quando sono bambino, e quindi la mia la posso dire, solo come opinione personale.
    Nell’andamento del clima un ruolo importante lo gioca il vortice polare. Sul Polo Nord staziona, infatti, quasi sempre un vortice di bassa pressione; è più o meno forte, oppure, raramente, si scinde in più parti, e sostanzialmente scompare come tale. Quando il vortice polare è forte, esso racchiude in sé una grande quantità di aria estremamente gelida, stratificata in altezza, che non lascia “scappare” alle latitudini inferiori, tra cui anche l’Europa. Alle volte, il vortice è così forte (come nel 2020) che è costantemente circondato da centri di bassa pressione che ruotano attorno ad esso, formando un enorme sistema depressionario. Con un vortice polare forte l’Europa ha inverni miti e caratterizzati dall’alta pressione (quella che normalmente staziona sui deserti si sposta più a nord). Negli ultimi anni è successo più volte (ma non nel 2021…). Di contro, se ciò accade in estate, abbiamo le ben note ondate di calore dal deserto del Sahara.
    Se invece il vortice polare è debole, abbiamo un inverno piuttosto freddo, piovoso e nevoso. Se addirittura il vortice si scinde in più parti, le masse d’aria gelida, da esso trattenute, si precipitano alle latitudini, cioè sull’Europa, sulla Russia, o sugli Stati Uniti, a seconda. Sono le ondate di gelo che ogni tanto si presentano; in certi inverni recenti sono mancate del tutto, ma in altri sono state molto presenti.
    Dunque, la forza del vortice polare influenza pesantemente il clima alle latitudini inferiori, ma dove volevo arrivare? Qui: perché il vortice polare alle volte è forte, alle volte è debole, alle volte è scisso? Non lo sappiamo, nessuno lo sa! Ma questi argomenti latitano del tutto nel dibattito sul clima, sulle medie delle temperature, ed è poco presente anche su molti siti meteo.

  • Caro Detoni,
    tu non lo sai da cosa dipende, quindi ora te lo dico io, o se preferisci visto che io non sino nessuno te lo fai spiegare da questa persona, il Generale Fabio Mini, ex capo di stato maggiore degli alpini e proprio quando ho fatto la naja io negli anni novanta. Per l’italia l’inventore di questo sistema si chiamava Pier Luigi Ighina, battezzato ai tempi da tv l’uomo delle nuvole, in pratica l’inventore del sistema Haarp negli anni 60, poi come successe per Nikola Tesla l’ FBI si impadronirono dei loro studi e voilà in Alaska eccolo qui bello frizzante il primo sistema per il controllo del clima e oltre. Quindi grazie per la tua bellissima spiegazione da manuale su come funzionava il clima, ma sul fatto del perché sia cambiato meglio che ti ravvedi e correggi o eviti certe conclusioni. Si chiama GEOINGENIERIA qualcosa che fa paura anche ai paladini delle verità di Byoblu evidentemente, perché Messora non si è mai degnato, come tanti altri suini (non che lui lo sia) di parlarne nei bei programmi o blog vari.
    E qui mi aggancio anche alke cosi notissime chemtrails, atte ad un miglior funzionamento dello stesso, perché quelle che vedi in cielo dal 90 in poi non è vapore acqueo ma bensì concentrazioni di prodotti chimici e metalli in primis il nostro ben amato alluminio… Se vuoi la prova visto che sei ben ferrato fai come me e non come mi hanno detto gli asini Arpa che non potevano sapere cosa ci fossr nell’atmosfera a quell’altezza… Somari strapagati! HO2
    aspettate che piova e vedrete cosa c’è nell’aria.
    io ho fatto di meglio, non ho aspettato che piovesse ma mi sono recato a 4k slm circa e voilà. Analizzato un bel campiobe di neve fresca 😊

Share via