SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

SVEZIA: ULTIMO ATTO? IL PAESE SCANDINAVO TRA AUMENTO DELLA CRIMINALITÀ E LABORATORIO DI INTEGRAZIONE FORZATA

Nel 2017 fecero scalpore le parole di Donald Trump quando dichiarò la città di Malmo in Svezia “capitale europea degli stupri”. Parole a cui fecero eco quelle dell’allora leader del partito UKIP, il britannico Nigel Farage: “la città è la capitale degli stupri a causa delle politiche dell’Unione europea sull’immigrazione”.

Dichiarazioni che sollevarono, come è immaginabile, un vespaio di polemiche.

Cerchiamo allora di capire come stanno davvero le cose in Svezia.

Fino a pochi decenni fa il Paese era considerato fra i più sicuri al mondo, un posto in cui le bellezze della natura incontaminata si univano alla grande vivibilità delle città. Eppure questa immagine da cartolina si è progressivamente sbiadita, tanto che lo stesso primo ministro svedese, il socialdemocratico Stefan Lofven, fu stato costretto ad ammettere dell’esistenza di una situazione “in cui le gang sono diventate un problema nella nostra società. Le sparatorie e gli attacchi bomba sono uno dei problemi più gravi”.

Nel 2020 la violenza in Svezia ha raggiunto il suo massimo storico dal 2002, quando il Consiglio per la prevenzione del crimine ha iniziato a raccogliere i dati.

Sono stati registrati un totale di 124 casi di violenza, tra cui omicidi e infanticidi. In 48 dei casi sono state utilizzate armi da fuoco e nella capitale, Stoccolma, si è registrato un aumento dei crimini dell’11%. Le vittime sono per un 80% uomini,  20% donne.

Le autorità svedesi sottolineano che si è verificato un aumento del crimine nelle “aree vulnerabili” del Paese, un eufemismo per descrivere le tristemente famose ‘no-go zone’, vere e proprie enclave in cui le leggi tribali e del più forte hanno più valore di quelle imposte dal governo.

Queste zone sono il terreno prediletto per la proliferazione delle gang criminali, le quali rendono le città svedesi un puzzle dove i cittadini devono districarsi tra le aree sicure e quelle insicure.

La violenza è a tal punto diffusa che il sito americano ‘Politico’ scriveva nel 2018 che “le sparatorie sono diventate così comuni che non fanno più notizia, a meno che non siano spettacolari o portino a vittime”.

E a farne le spese sono soprattutto le donne. Nel 2020 si sono infatti registrati 93 casi di stupro, un incremento del 9% rispetto all’anno precedente. Un trend in crescita, dal 2014.

“Il 58% dei condannati per violenza sessuale o tentata violenza negli ultimi cinque anni, sono nati all’estero”. Lo riportava la TV nazionale svedese nel 2018. La Svezia è stata una delle nazioni europee che ha accolto più migranti, in particolare tra il 2015 e il 2020: oltre 163mila nel 2016, oltre 144mila nel 2017.

Ed è recente l’ultimo caso di violenza: il 4 marzo scorso un cittadino afgano di 20 anni con precedenti penali, in Svezia dal 2014, ha assalito con un coltello sette persone, ferendone tre in modo grave, in una cittadina del sud della Svezia.

Il governo, a guida socialdemocratica, sta tentando di porre un freno alle violenze, ma il senso di insicurezza tra i cittadini si rileva anche con il successo recente di partiti apertamente anti-immigrazione, come i Democratici svedesi, che nelle elezioni del 2018 hanno raccolto il 17,5%, +4,6 punti rispetto alla tornata precedente.

Quello che accade in Svezia dovrebbe far riflettere, soprattutto se si pensa che il Paese scandinavo potrebbe essere una sorta di laboratorio di una falsa e forzata integrazione che certi poteri vorrebbero imporre a tutta l’Europa, facendola precipitare nel caos.

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€310.512 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 19 Aprile 2021
AG

Alessandro Gatto

€10,00 19 Aprile 2021

Non posso darvi che un piccolo aiuto, visto che io e mia moglie viviamo di un solo stipendio. La situazione della nostra democrazia è… Leggi tutto

Non posso darvi che un piccolo aiuto, visto che io e mia moglie viviamo di un solo stipendio. La situazione della nostra democrazia è drammatica. Vi ho anche segnalato un guasto che è iniziato oggi pomeriggio, domenica 18 aprile (Roma). Spero sia solo temporaneo.

MM

Mauro Maschio

€10,00 18 Aprile 2021

Forza ragazzi

NI

Nicola Incerti

€100,00 18 Aprile 2021

Siete una nuova speranza, grazie di cuore di esistere.

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Aprile 2021
as

antonello sterlicco

€50,00 18 Aprile 2021

Non siete soli.

Utente anonimo

Anonimo

€200,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 18 Aprile 2021
RB

Roberto Bruschi

€10,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Aprile 2021
MT

Monica Tinghino

€10,00 18 Aprile 2021

Grazie del vostro prezioso contributo all'informazione!!!

MM

Marzio Morandi

€25,00 18 Aprile 2021

Cerchiamo di arginare il pensiero unico

AP

Alberto Poli

€10,00 18 Aprile 2021

Voglio essere libero di farmi la mia opinione!

LC

Leonello Coni

€10,00 18 Aprile 2021

In questo momento posso donare solo questo ...questi governi ci hanno portato via il lavoro e la dignità la nostra vita e quella dei nostri… Leggi tutto

In questo momento posso donare solo questo ...questi governi ci hanno portato via il lavoro e la dignità la nostra vita e quella dei nostri figli segui Claudio da quando ha fatto le prime trasmissioni e incredibile quello che fatto posso solo ringraziarlo Grazie non molliamo .P.S Grandi tutti i giornalisti di Byoblu .

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 18 Aprile 2021
GL

Gabriele Laurenti

€10,00 18 Aprile 2021

Grazie per tutto quello che fate !!!!!!! Non mollate mai !!!!!!

GG

Giuseppe Giuliani

€10,00 18 Aprile 2021

Sono disoccupato e posso donarvi solo questa piccola somma, pero' lo faccio volentieri

GC

Giuseppe Campolo

€100,00 18 Aprile 2021

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Non è che in Francia la situazione sia migliore. E anche in Italia sta degenerando tutto. Ovunque si accolga un numero enorme di persone in modo indiscriminato senza tener conto dei bisogni e delle necessità e delle possibilità del paese ospitante la situazione non può che collassare.
    E però anche questo (come la denatalità) non è colpa del destino cinico e baro ma di una volontà politica precisa che ci vuole monadi isolate e facilmente controllabili e schiavizzabili.
    Qui un articolo, che ribadisce l’ovvio ma qualcuno deve farlo, di alcuni anni fa
    https://www.lintellettualedissidente.it/editoriale/immigrazione-francia-integrazione/

  • Avere aperto le frontiere a chiunque ha potrato a questo.
    L’Europa è diventata terzo mondo.
    Germania, Gran Bretagna, Olanda, Belgio, Svezia sono a quasti livelli.
    Solo chi non vuole vederelo non lo vede.

  • trattasi del piano kalergi. di cui quella merda della merke e quel figlio di una vacca di monti vinsero pure il premio Kalergi

Share via